E-commerce blog, una risorsa utile per il tuo store online

Hai aperto il tuo e-commerce, certo di avere immediatamente successo e hai immaginato che subito sarebbero arrivati miliardi di acquisti e traffico alle stelle sul sito. Ma, sfortunatamente, non è stato così: gli utenti non erano proprio in attesa del tuo shop e non hai avuto i risultati sperati.

Diciamoci la verità: la vendita online non è un settore così semplice, non basta creare un sito con WordPress o Prestashop, non basta ottimizzare lato SEO le pagine e i vari prodotti. Bisogna sgomitare, facendo attenzione ai dettagli.

Anche perché, se cerchi qualsiasi cosa da acquistare online, i primi risultati in cima alla classifica di Google sono sempre loro, gli incrollabili marketplace, Amazon  ed E-bay  e non parlo di annunci pubblicitari, ma di risultati organici.

E quindi, come si fa? Soprattutto se hai appena aperto un e-commerce, come minimo vuoi arrivare in prima pagina per essere trovato dagli utenti e avere traffico sul sito. Ti suggerisco una soluzione semplice: un e-commerce blog, un blog all’interno del tuo shop online. Forse, ti sembrerà una proposta curiosa, eppure, il blogging è uno strumento molto valido per generare traffico proprio sul tuo e-commerce.

Purtroppo, però, poche aziende ne colgono le sfumature e le opportunità.

E-commerce blog: quanto è utile?

E-commerce blog

Il blog all’interno dell’e-commerce sarà un diario aziendale, che andrà aggiornato almeno una volta a settimana per generare traffico.

Avere un blog significa ospitare, nel sito, più pagine arricchite con link interni. I link interni sono un bene, perché fanno sì che l’utente navighi il tuo e-commerce. E poi ci sono i link esterni, quelli che provengono da altri siti e che puoi generare grazie alle condivisioni al singolo post sui social.

Tutti questi elementi aiutano la SEO dell’e-commerce e, potenzialmente, contribuiscono a trovare nuovi clienti, soprattutto se il blog viene gestito nell’ottica dell’inbound marketing, una tecnica strategica, basata sulla creazione di contenuti di qualità, in grado di attirare utenti all’azienda e ai suoi prodotti.

C’è da dire che i contenuti non genereranno immediatamente vendite: il blog è un investimento a lungo termine, attraverso il quale dimostrerai di avere esperienza nel tuo settore.

Insomma, il blog non sarà un luogo virtuale per sponsorizzare i prodotti aziendali, ma uno spazio per raccontare storie, creare una certa empatia e dialogare con i lettori, che potrebbero diventare potenziali clienti.

Questo lavoro esige pianificazione e conoscenza dell’azienda, del target e dei prodotti in vendita.

Blog ed e-commerce: da dove iniziare

E-commerce blog

Dopo aver creato il blog, il passo successivo consiste in una valutazione semplice: hai le capacità e il tempo per dedicare a questa attività la giusta attenzione? Conosci la SEO? Sei in grado di creare in modo professionale i profili dei tuoi buyer?

Il blogging è un’enorme opportunità per un e-commerce, ma va gestita con raziocinio, non va sprecata. Potresti pensare, ad esempio, di farti seguire da un professionista, che è preparato per la gestione di questo strumento, sa come focalizzarsi sugli argomenti più interessanti per i lettori e conosce gli elementi più importanti per il motore di ricerca, in relazione al settore.

Sei convinto di potercela fare da solo? Ecco qualche suggerimento per trovare argomenti da inserire nel tuo e-commerce blog.

1.La storia dell’azienda

Un argomento che all’apparenza può sembrare noioso, ma molto dipende da come viene trattato. Ai lettori piace scoprire le fasi di crescita dell’azienda, la sua mission, perché la rende più vicina e umana. È un modo per far sì che l’utente possa piano piano fidarsi di te e condurlo a fare acquisti.

2.Lascia parlare i tuoi prodotti

Non si tratta di post pubblicitari, tutt’altro: gli articoli del blog nei quali racconterai i tuoi prodotti dovranno essere scritti in maniera strategica. Costruisci una storia affascinante, crea interesse intorno al prodotto, racconta perché dovrebbe essere scelto. Lascia i tuoi consigli di utilizzo: puoi ad esempio, realizzare un tutorial dettagliato con suggerimenti e approfondimenti. Spazio alla creatività e all’inventiva.

3.Aggiornamenti ed eventi

Organizzi eventi? Partecipi a fiere? Raccontalo, scrivi un post descrivendo la tipologia di avvenimento. Il lettore potrebbe essere interessato a questo tipo di news.

Buon lavoro 😀

Scrivi un commento