Tre passi per trovare il proprio stile sul web e lasciare il segno

Sii te stesso. Un originale vale più di una copia.

(Suzi Kassem)

Essere unici è prerogativa dell’essere umano, tanto che ciascuno di noi ha le proprie impronte digitali. Esse ci identificano e ci rendono riconoscibili rispetto agli altri.

Allo stesso modo, per un’azienda o per un blogger è prioritario trovare la propria peculiarità e comunicarla sul web. Sembra una ”missione” da nulla, qualcosa di molto semplice da realizzabile. Eppure non lo è.

Poco tempo fa ti ho raccontato la mia storia: sono foodblogger e ho iniziato da zero. Bè, più o meno. Diciamo che prima ho seguito un corso sul web marketing in una scuola accreditata e non mi sono improvvisata, perché mi piace fare le cose per bene. E, prima di ogni altra cosa, ho iniziato a pensare al mio tratto distintivo, perché anche in questo campo c’è concorrenza –sai che nascono ogni giorno nuovi blog? – . Ho iniziato a pensare a quali caratteristiche enfatizzare, per creare il mio stile, per farmi riconoscere.

In ogni campo, infatti, la riconoscibilità è il primo passo.

Se non hai ancora riflettuto su questo aspetto, ti invito a farlo immediatamente e a cercare il tuo tratto distintivo. Non ci hai mai pensato?  Tutti abbiamo dentro di noi la chiave per differenziarci. È nel nostro DNA. Basta solo cercarla.  E, ovviamente, renderla visibile agli occhi degli altri, che siano lettori di un personal blog o clienti potenziali di un sito aziendale.

Come trovare il proprio stile sul web? Bastano tre passi.

1.Dimentica gli altri

 

Trovare il proprio stile sul web

 

È ovvio, all’inizio della propria attività sul web, ci si muove come si può, osservando gli altri che fanno parte dello stesso settore che sono arrivati prima di te, proprio come fanno i bambini, che imparano a parlare per imitazione, pronunciando una lettera dopo l’altra.

Nel caso del blog, ad esempio, si osservano le colleghe, si imita chi è più bravo ed abile, con la speranza di conquistare una fetta di pubblico. Niente di più sbagliato. Dov’è l’unicità? Perché concentrarsi sugli altri, quando bisogna cercare il proprio tratto distintivo?

Allora, prova a non distrarti, prova a riportare l’attenzione su te stesso. Prova per un attimo a sederti e a riflettere su ciò che ti appassiona di più e che potrebbe essere il tuo marchio di fabbrica. Vale per le aziende, ma vale anche per le blogger. Se una collega apre una rubrica, non pensare di doverlo fare necessariamente anche tu. Prova a rispondere a questa domanda: perché dovrei aprire la stessa rubrica di tizia? Quale vantaggio mi porterebbe? Sarebbe un semplice clone che i lettori non gradirebbero.

Insomma, prova a trovare il tuo stile personale, il tuo modo di approcciare le ricette, se il tuo è un foodblog. Cerca il tuo modo di rivolgerti al lettore. Fallo sempre con sincerità, senza seguire le tendenze del momento. Non andare alla ricerca di modelli. Sii te stesso. Con il tuo stile e il tuo modo di raccontarti. E prova a offrire un servizio diverso rispetto alla ”concorrenza”. I risultati arriveranno sicuramente.

2. Anche l’occhio vuole la sua parte

 

Trovare il proprio stile sul web

 

Dunque, trovare il proprio stile personale sicuramente aiuta. Ci fa diventare riconoscibili. Memorabili. Lo stile non abbraccia solo i contenuti, ma anche l’aspetto estetico di un sito o di un blog personale. Prova a chiederti: perché le persone –o i clienti- dovrebbero ricordarsi di te?

Per quanto riguarda il personal blog, è facilissimo aprirne uno: in pochi click siamo online e questo grazie a molte piattaforme come Blogspot o Altervista che rendono semplicissimo il procedimento. Ma hai analizzato questi blog con un occhio critico? Esteticamente sono tutti uguali, con temi scarni e senza personalità. Ci sono davvero poche eccezioni in giro. Allora, che fare? Opta per un restyling totale. Magari su una piattaforma semplice come il CMS WordPress. Poi, pensa a cosa ti piacerebbe vedere in home. Pensa ai colori da utilizzare. Insomma pensa a tutto ciò che potrebbe colpire l’utente e lo invogli a tornare.

3. Fatti trovare

 

Trovare il proprio stile sul web

 

Una volta riuscito a trovare il proprio stile, non rimane altro che lavorare lato SEO. Per un’azienda è un elemento chiave per essere trovata da clienti potenziali. Per un blogger è un’ottima risorsa per essere intercettato da utenti e aziende.

Infine, ricorda di condividere i tuoi post sui social network, che diffonderanno i tuoi contenuti di qualità. Curare la tua presenza online su più social è importante e va fatto in maniera professionale. E non dimenticare che ogni social ha le sue peculiarità e il suo linguaggio.

Trovare il proprio stile: ora tocca a te

A questo punto, rifletti su ciò che ti ho detto. Medita. Indaga dentro di te. Analizza il tuo percorso sul web e cerca di capire come potresti aggiustare il tiro. Sicuramente individuerai la chiave per trovare il tuo stile personale e per comunicare la tua unicità ai lettori  .

Qual è la tua esperienza? Hai trovato sin da subito il tuo stile personale? Faccelo sapere, lasciandoci un commento.

 

 

Scrivi un commento